Martedì, 12 Luglio 2011 21:02

L'arte di Emozionare

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)
[DIMODA & DEMODE’]

ileniapolsinelliNella suggestiva cornice del Secrets Cafè di Roma si è conclusa il 26 giugno 2011, la seconda edizione dell'evento ideato da Rosanna Cerutti e realizzato in collaborazione con la direttrice dell'Istitituto di Moda Sgrigna Iamara Mariani, L'arte di emozionare, nato con l'intenzione, come ci racconta l'autrice della serata, di “suscitare emozioni con l'arte nelle sue svariate forme”.


Tra fascino ed eleganza la passerella ha ospitato i nuovi talenti del mondo della moda (V. Burelli, M. De Rosario, S. Di Fani, M. C. Fortuna, F. Franchi, E. Fratini, S. Gallo, I. Grilletto, V. Hernandez, M. Lahrach, V. Ngo-Ngwang, A. 1_premio_abito_Mohamed_LahrachPepe, S. Rinaldi, T. Spianaci, E. Venneri, C. Zamagni) seguiti dai provocanti défilé personali di Alma Gerosi e Cristina Esposito. A Cynthia Figuereo e Svitlana Plyushsh il merito per la cura degli accessori: la Figuereo con la sua collezione di gioielli dal gusto etnico mentre la Plyushsh con le sue borse a tema floreale e scarpe (quest'ultima tra l'altro devolverà il ricavato delle vendite alla fondazione animalista Prelz).
A chiudere la sfilata gli elegantissimi abiti da sposa di Gina Brancato. A prendersi cura della passerella è stata la dinamica Barbara Venditti che ha saputo gestire la lunga sfilata con garbo e brio.
A presentare gli abiti al pubblico ci hanno pensato le modelle dell'Istituto di Moda Sgrigna e delle scuole Ars Estetica e Linea Immagina (a cui vanno riconosciuti i meriti per la cura del trucco e delle acconciature delle ragazze in gara) in collaborazione con il concorso di bellezza Miss Universe.
Le ragazze hanno saputo dimostrarsi all'altezza dell'evento, indossando con grazia i lavori degli stilisti, tra cui le tre vincitrici della selezione provinciale di Roma che sono al terzo e secondo posto, rispettivamente Lucrezia Maggi (22 anni) a cui è stato attribuito il titolo di Miss Eleganza e Valentina Petrucci (18 anni) Miss Personalità. Ad giudicarsi la prima posizione è stata Iulia Petronela Pricob (25 anni) col titolo di Miss Universo Selezione Provincia di Roma. Da segnalare anche il riconoscimento a Mohamed Lahrach che si è aggiudicato il primo premio per il miglior abito della serata.

Non è assolutamente mancata l'arte grazie agli interventi di Oriana Ramacci che ha voluto “bloccare il tempo” rivestendo di pellicola due modelle. Lia Mancuso e Vincenza Policardi hanno presentato il loro progetto Scarpe d'Arte, GOLOSO_100X60_tecnica_mistatrasformando scarpe e borse in pezzi unici perdendo la loro funzione utilitaria tramutandosi in oggetto d'arte. Anche Marina Santariello ci ha proposto il suo progetto artistico analogo alle sue colleghe, con Extra traditional BAG.
Presenti all'appello anche le tele della talentuosa Rosanna Cerutti che ha presentato i suoi nuovi lavori con la personale Verso l'Essenza dove l'artista ci propone un “percorso verso una ricerca simbolica e naturalista”. Rosanna ci parla delle sue opere come espressione di se stessa e lo fa attraverso altri volti femminili, “mi metto alla prova cercando di rendere i tessuti quasi palpabili utilizzando varie tecniche. Mi piace scegliere il soggetto per una sua particolarità che può essere una posa, un viso o un atteggiamento, sicuramente sono soggetti che hanno o esprimono un pensiero. I dettagli dei tessuti, dello sfondo mi ossessionano, tutto deve essere curato nei minimi particolari.  L'arte mi aiuta a capire il mondo e me stessa.
Nelle sue pennellate traspare l'evidente passione per l'arte: “L'ho vista nascere in me, non ho scelto di fare arte era come se avessi i colori dentro lo spirito”, riuscendo nel suo intento di regalare un emozione, “qualunque essa sia!”.
Anche la Mondo Bizzarro Gallery ha tracciato una selezione di titoli d'arte in edizione NEWS_UNIVERSAL_120X80_tecnica_mistalimitata in totale sintonia con l'evento, così da non tralasciare nemmeno l'aspetto letterario.

Ad accompagnarci verso la notte è stata la potente voce soul di Sara Berni accompagnata dal sax di Stefano Barillà, alla chitarra Alex Fraternali, organo e tastiere di Peter De Girolamo e il contrabbasso di Flavia Ostini, allietando i presenti con una session jazz and soul.
Un nuovo successo per l'ideatrice della serata di gala che è stata capace di trovare “i punti di contatto tra le espressioni artistiche e ho voluto che trovassero un punto di contatto con il pubblico, per questo ho pensato di combinare più linguaggi artistici. Parole, colori, forme, suoni forme diverse per arrivare al pubblico”. Ed è chiaramente riuscita nel suo intento.
L'appuntamento, quindi, è alla prossima edizione dove sicuramente ci attenderà un'altra gradevole esperienza con L'arte di emozionare!

Mauro Tropeano

Letto 1501 volte

MArteMagazine © 2007 | Associazione Culturale Procult . Tutti i diritti riservati


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare l’esperienza di navigazione e per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie Per saperne di più visita la nostra sezione privacy policy.

  
EU Cookie Directive Module Information