Giovedì, 17 Marzo 2011 16:01

Erica Mou_ è

Scritto da
Vota questo articolo
(4 Voti)

erica-mou-cover-eCD MUSICA- Che sia una delle poche grandi etichette italiane di musica pop-rock che punta alla qualità prima di tutto, lo si intuisce sfogliando rapidamente il catalogo di artisti che propone: Elisa, Bocelli, Avion Travel, Negramaro, Pacifico, tra i tanti, e per ultimo il vincitore di Sanremo giovani, apprezzatissimo da pubblico e critica, Raphael Gualazzi.

La famiglia Sugar con a capo la lungimirante e determinata CaterinaCaselli, continua a sfornare talenti, a formare i gusti musicali dei più giovani, ad attribuire il sinonimo di qualità al suo marchio.
È è uscito l’8 Marzo per l’etichetta Sugar e ha presentato ufficialmente al mondo intero un grande piccolo fenomeno italiano e più precisamente pugliese: Erica Mou, al secolo Erica Musci, biscegliese classe 1990 che può essere sicuramente annoverata tra i talenti del nuovo cantautorato italiano, anche se ha solo vent’anni e anche se è solo al primo album (ufficiale). Ma Erica ha negli occhi la scintilla della genialità e della bellezza, Erica ha il carisma di una grande donna, il lirismo e la poeticità dei suoi modelli, la determinazione e la solidità di una grande artista, una sincerità e una voce che ti tocca l’anima e una musicalità e un’ironia fuori dal comune. Un mix di ingredienti che non potevano non far nascere un piccolo capolavoro, un cibo prezioso per le nostre orecchie affamate di bellezza, dopo tanto maltrattamento musicale degli ultimi anni.

Dodici tracce, undici delle quali scritte, testo e musica, da Erica e una cover Don’t Stop colonna sonora della Campagna Istituzionale Eni 2011. Dodici piccoli capolavori, uno più bello dell’altro prodotto da Valgeir Sigurðsson, già produttore di Bjork e Sigur Ros, e arrangiato da MaJiKer.

Il disco si apre con un pezzo già conosciuto dai fan della Mou, perché inserito in un cd di presentazione di Puglia Sound in allegato con il mensile di musica XL di Repubblica, “Oltre”: un pezzo orecchiabile ma mai banale, un testo meraviglioso che ci avvicina all’universo di note e parole della cantantessa. Il secondo pezzo è il singolo “Giungla”, uscito in anteprima con un bellissimo video ispirato al caso di Tom Nicon giovane modello morto suicida, un testo forte e un sound elettro-rock. L’ascolto continua con una doppietta fantastica, “Torno a Casa (lasciami guardare)”, e la dolce e triste “Vorrei dirti un sacco di cose adesso”, un pezzo lirico, intenso, profondo.
Un altro pezzo conosciuto continua ad ammaliare e a conquistare le nostre orecchie, “La Neve sul Mare”, inserito nel doppio cd La leva cantautorale degli anni zero, curato da MEI e Club Tenco. E poi il brano che da il nome all’album “E’”, scritto a diciotto anni, una poesia bellissima e teneramente matura.

“Tè ed Epica”, prima di arrivare ad una delle canzoni più belle di tutto l’album, “Vivere sul tuo collo”, un ascolto che produce un brivido continuo e piacevole nel cuore e sulla pelle.
Tristemente attuale perché sottolinea la condizione della donna nella visione del maschio italiano la successiva “Harem”, il pezzo più rock e “cattivo” dell’album. E poi la bellissima “E mi” e la bonus track “Don’t Stop”, precedentemente citata.
In bocca al lupo ad Erica Mou!

TRACKLIST
1. OLTRE
2. GIUNGLA
3. TORNO A CASA (LASCIAMI GUARDARE)
4. VORREI DIRTI UN SACCO DI COSE ADESSO
5. LA NEVE SUL MARE
6. E’
7. TE’
8. EPICA
9. VIVERE SUL TUO COLLO
10. HAREM
11. E MI
Bonus track:
DON’T STOP

Valeria Loprieno



Letto 3657 volte