Lunedì, 05 Dicembre 2011 09:08

T. Sandoval, Il cadavere e il sofà

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
Il cadavere e il sof1Per la prima volta in Italia una graphic novel di Tony Sandoval, Il cadavere e il sofà. Una storia con un retrogusto macabro, che si dipana in una luce lasciando spazio ai sogni e agli incubi di un adolescente confuso che si approccia al primo amore.



La morte, il sesso, la paura di fronte alla vita, l’amore e l’abbandono in un’estate che inevitabilmente cambierà Polo, il protagonista di una storia che si sviluppa su un sofà, al fianco di Sophie.
Il cadavere e il sofà è la dimostrazione della ricerca e dell’attenzione della casa editrice Tunué, che propone al pubblico italiano un artista messicano già conosciuto in Francia, dove ha pubblicato cinque lavori editoriali. La casa editrice Tunué presenta Sandoval con una storia in immagini che ne esprime per intero la poetica e l’estetica.
Grafico e musicista, Tony Sandoval combina, in questa sua storia, il rigore grafico nella costruzione delle tavole e l’atmosfera lugubre e tetra della musica che gli appartiene, l’heavy metal. Come la maggior parte degli amanti del genere, Sandoval incastra gli incubi e le paure con la tenerezza assoluta. Scova in ciò che è vivo e pulsante – Sophie – un aspetto funesto che carica di timore il timido Polo.

Polo è impacciato e strano, Sophie rappresenta quello che della vita non conosce, che lo attrae e lo spaventa. Il sentimento si unisce alla fisicità e l’eros diventa thanatos. Una storia che dà delle risposte ma che lascia il lettore con un sospetto o forse con una paura.
Per raccontare l’estate della crescita di Polo, Sandoval non si limita a disegnare uno storyboard, le immagini si riescono a leggere anche da sole, senza la precedente o la successiva. I vestiti scuri di Sophie, la pelle chiara dei due ragazzi che si colora nelle giunture e segnala la presenza della vita, gli animali che attraversano i sogni di Polo, il mondo surreale e i piccoli dettagli della fisicità diventano semplicemente belli nelle tavole di Sandoval.
Tavole talmente forti che si riescono a raccontare da sole, Sophie racchiude nelle linee del suo corpo la delicatezza e l’erotismo, diventa la protagonista di un quadro, esce dalle tavole, estrapolandosi dalla sequenza per diventare la protagonista assoluta non più di un solo riquadro.
Sandoval è un vero artista dell’immagine, la storia sembra servirgli solo per legare diversi quadri d’autore, eppure questo filo che annoda delle bellissime visioni ha un suo valore poetico.
Non si può che rimanere in attesa della sua prossima uscita in Italia.

Tony Sandoval, Il cadavere e il sofà, Tunué, pag. 96, € 13.70

Rossana Calbi

Letto 3241 volte