Visualizza articoli per tag: Alice Salvagni

Martedì, 26 Ottobre 2010 12:50

Melampo: omaggio a Flaiano

[TEATRO]

MelampoROMA- Dal 19 ottobre il Teatro India ha alzato il sipario su Melampo (in scena fino al 31 del mese), l’opera più “problematica” di Ennio Flaiano che, nata come sceneggiatura, fu conosciuta dal pubblico in forma di racconto a trent’anni di distanza dalla sua stesura.

Pubblicato in Notizie
Martedì, 12 Ottobre 2010 21:38

Natale 2004, non sempre si è più buoni

[TEATRO]

natale20041ROMA- Vigilia di Natale, una sera come tante altre in un commissariato di polizia (presumibilmente del Nord Italia). La festività viene percepita da lontano, risuona nella routine del lavoro dei poliziotti di tanto in tanto spezzata dai piccoli riti che in questo genere di ricorrenze si ripetono puntuali: la canzone del collega, il panettone, lo spumante, le telefonate di auguri.

Pubblicato in Notizie
Martedì, 28 Settembre 2010 11:19

100 artisti per Kimbau

[TEATRALMENTE]

teatralmenteE’ con piacere che nel raccontarvi dell’evento svoltosi lo scorso sabato 25 settembre al Teatro Vittoria di Roma abbiamo l’occasione di parlarvi della storia di una persona che sicuramente non vi lascerà indifferenti.

Pubblicato in Rubriche
Martedì, 07 Settembre 2010 21:09

Aut-out: Microfestival dei teatri incondizionati

[TEATRO]

imagesSIENA - Non solo periodo di incendi, week-end dal traffico da bollino rosso, canicola e stress da ricerca di riposo forzato, l’estate si rivela anche un momento stimolante nel riservare molte sorprese per quanto riguarda la possibilità di assistere agli spettacoli e ai festival di vario genere,musica, teatro e danza, che animano il bel paese in lungo e in largo.

Pubblicato in Notizie
[ARTI VISIVE]

Radical_Jewish_Culture_ParisPARIGI – Se si ha la fortuna di passare qualche giorno in visita a Parigi il quartiere del Marais, conosciuto soprattutto per la sua bellezza lontana dal gusto della Parigi haussmaniana dei grandi boulevards, per la Place des Vosges, per le boutique alla moda e per alcuni fra i locali notturni più di tendenza della capitale francese, è una delle mete che un visitatore non può senz’altro ignorare.

Pubblicato in Notizie
Martedì, 13 Luglio 2010 10:19

Gli XX nel Parco della Musica

[MUSICA]

XXROMA - La giovanissima band degli XX proveniente da Wandsworth – quartiere a sud-est di Londra – attualmente sulla cresta dell’onda e reduce da un enorme successo di critica e pubblico ottenuto con il loro album di debutto omonimo XX (2009) ha suonato in concerto all’Auditorium Parco della musica lo scorso 6 luglio in occasione della rassegna musicale Luglio Suona Bene.

Pubblicato in Notizie
Lunedì, 14 Giugno 2010 10:09

Ritratti d’interni in via Margutta

[ARTI VISIVE]

Massimo_ListriROMA – Se l’incantevole cornice di Via Margutta non rientra spesso nei tragitti o negli itinerari più battuti dai romani, e non è una fra le prime mete che vengono scelte da essi per un’uscita o una passeggiata per le strade della loro città non è da stupirsi.

Pubblicato in Notizie
Martedì, 01 Giugno 2010 10:02

Il ritorno di Yoko Ono

[ARTI VISIVE]

Yoko_Ono_fotoROMA- La promessa di un ritorno. La certezza di poter essere ed esserci di nuovo. I’ll be back (Tornerò), la nuova installazione dell’artista Yoko Ono esposta a Roma negli spazi dello Studio Miscetti (Via delle Mantellate, 14), per i quali è stata appositamente progettata, parla di questo implicando naturalmente molto altro.

Pubblicato in Notizie
Lunedì, 24 Maggio 2010 07:10

Roma secondo William Klein

[ARTI VISIVE]

William_Klein_fotoROMA - La storia è questa. Nel 1956 un giovane William Klein, pittore, grafico e fotografo newyorkese, reduce dal successo del suo libro-diario fotografico sulla sua città, arriva a Roma invitato da Federico Fellini come aiuto regista del suo nuovo film, Le notti di Cabiria.

Pubblicato in Notizie
Mercoledì, 10 Febbraio 2010 11:01

Hell, un’altra storia del Moro di Venezia

[TEATRO]

Hell_fotoROMA- “Affrontare un grande classico è sempre un’impresa ardua, specialmente se si va a toccare un’opera che è nell'immaginario collettivo profondamente radicata. Da regista sento la necessità di provare a "giocare" con questo monumento letterario, di scomporlo e ricostituirlo seguendo ciò che di attuale il testo ha, di scioglierlo in tanti fili e seguire quelli che rappresentano le tematiche per me più urgenti da comunicare”.

Pubblicato in Notizie
Pagina 3 di 4