Giovedì, 20 Maggio 2010 08:23

ARTI CIRCENSI IV_ Pezzi di vetro

Scritto da Gabriella Radano
Vota questo articolo
(0 Voti)

giovanni.buonomo-circo-7657L'uomo che cammina sui pezzi di vetro
dicono ha due anime e un sesso di ramo duro in cuore
e una luna e dei fuochi alle spalle mentre balla e balla,
sotto l'angolo retto di una stella.
(Francesco De Gregori)

Acrobazie semiserie per Glimprobabili?!...non è mai quel che sembra!, un nome che già la dice lunga sul duo di comici fantasisti, che nella quarta serata del MArteCircense hanno proposto una performance di acrobalance in cui notevoli abilità atletiche e spassose gag, si fondono in un mix perfetto. I due artisti giocano con la loro prestanza fisica, con la loro diversa fisicità. Si prendono in giro mentre ci mostrano la loro bravura a sdrammatizzare le loro brillanti doti artistiche.

Poi è la volta di Hiram Meza Pastor che  si è esibito in spettacolo fantasy di ballo e giocoleria. La trama vede un semplice uomo che scopre di avere doti fantastiche prendendo il caffè la mattina prima di andare al lavoro. Da lì comincia una strana danza in cui il corpo sembra non seguire più la mente.  Con l’aiuto di clave e cappello Hiram ci mostra le sue abilità nascoste...

E arriva Giuseppe Di Leone, in arte Peppino Mangiafuoco, che con Schegge di fuoco ci IMG_3384presenta  un’esperienza spettacolare in cui il teatro di strada, il fachirismo, e la comicità si incontrano in un unico contenitore. Camminate sul vetro, gag e fiamme sono gli elementi caratterizzanti di questa performance entusiasmante e coinvolgente. Peppino gioca letteralmente con il fuoco, senza paura, senza perplessità. Poi cammina sul vetro, ci poggia perfino la faccia. E non teme nulla, quasi un esempio la sua performance!
Un’altra bellissima serata di MArteCircense si è conclusa lasciandoci come sempre stupore, allegria ed il sorriso sulle labbra!

Gabriella Radano

Letto 2118 volte Ultima modifica il Giovedì, 20 Maggio 2010 22:34