Giovedì, 03 Giugno 2010 09:01

MODA&RICICLO VI_ Nara Bee + Occhio del Riciclone

Scritto da Chiara Macchiarulo
Vota questo articolo
(0 Voti)

laura_marinaccio_moda_DSC_7049Come dicono gli inglesi, last but not least. In gara per la sezione Moda&Riciclo, l’ultima serata del MArteLive ha visto all’opera Nara Bee – al secolo Laura Di Massimo – e le sue coloratissime creazioni in pelle.

La giovane artista ha realizzato una borsa, nel corso della serata, interamente a mano: un bauletto cilindrico con una luna nuova parzialmente oscurata da una mongolfiera, simbolo del nostro quotidiano viaggio nella vita. Sulla parte interna della borsa, le seguenti parole:
Soffia vento… Soffia e portami lontano, soffia e portami a vedere, portami a sentire, ad annusare… nuovi colori, nuovi profumi e suoni. Soffia e guidami, cullami, incontro alla vita, con la vita… nella vita… Soffia e quel che dev’essere sia, quel che dev’essere è! laura_marinaccio_moda_DSC_7052Meravigliosamente, è! Soffia vento… Soffia… e portami lontano…”.
Esplicative di quell’oggetto in particolare, queste parole possono essere considerate chiarificatrici della sua intera opera, perché contengono il desiderio e l’apertura alle sensazioni del mondo, della vita, della natura da lei tanto amata.
Gli spunti per le creazioni di Nara Bee, infatti, provengono, come ci dice lei stessa, dalla natura: animali, piante e colori, l’amore per il colore traspare visibilmente dai lavori esposti.
Borse e borselli, portachiavi, cinture, polsiere: il tutto accomunato dal suo taglio spontaneo e giocoso, e dall’evidente utilizzo della pelle come campo di colore, sul quale disegnare forme sull’onda creativa del momento. Interamente lavorati a mano, questi oggetti sfruttano opposizioni cromatiche spesso imprevedibili, anche per merito dei fili cerati da lei usati per cucire tra loro le varie parti che li compongono.

Merita di essere menzionata un’altra esposizione, stavolta non in gara.
Si tratta delle creazioni di Occhio del Riciclone, un’idea interessante oltre che utile di vivere la gestione dei rifiuti secondo la formula delle quattro “R”: Riduzione, Riutilizzo, Riciclo e Recupero.
laura_marinaccio_moda_DSC_7055Occhio del Riciclone interviene in tutti i quattro momenti, anche con campagne di sensibilizzazione e comunicazione. A MArteLive ha presentato alcune delle sue creazioni ottenute con materiale altrimenti destinato a dispersione: il Riutilizzo di alcuni oggetti di scarto, quali ad esempio cinture di sicurezza di vecchie auto mandate allo sfascio, produce oggetti spesso inaspettatamente innovativi e funzionali, oltre che esteticamente apprezzabili. È il caso, tra gli altri, della serie Beltbag: borse, porta computer, portadischi e pantaloni, portafogli, interamente realizzati con cinture di sicurezza dismesse.
Pensateci la prossima volta che cambiata la cintura della vostra auto!

Chiara Macchiarulo

Letto 2508 volte Ultima modifica il Venerdì, 04 Giugno 2010 08:55