Giovedì, 08 Marzo 2012 12:15

Nobraino_ Il disco d'oro

Scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)
ImmagineE’ sicuramente di buon auspicio il titolo del nuovo album dei romagnoli Nobraino. Disco d’oro nell’immaginario collettivo rimanda subito al ben noto premio discografico. Anche se, a sentir loro, la scelta è venuta dalla volontà di investire su di un unico colore, l’oro come metafora del bene rifugio, che in questi tempi di crisi è più un bene mancante.



Ma chi conosce la storia di questo gruppo, capitanato dal poliedrico Lorenzo Kruger, sa che di frecciatine al mercato discografico ne ha sempre fatte, a partire dal titolo del loro primo album The Best Of. Ma da quel relativamente vicino 2006, i Nobraino hanno subito una evoluzione artistica e hanno avuto un riscontro enorme nel panorama musicale indipendente. Al quarto album, targato, come il precedente, MArteLabel, il gruppo ha saputo cambiare rotta anche grazie all’incontro con Manuele "Max Stirner"  Fusaroli, che ha firmato la produzione artistica.
L’album è stato pensato, non come registrazione di una pura e semplice esecuzione, ma è stato pensato come un prodotto distaccato dal concerto, un prodotto che poteva subire delle manipolazioni, che ha dato così il via a delle sperimentazioni diverse, ad incontri musicali dei più svariati e collaborazioni senza però snaturare il suo marchio di fabbrica. Quel marchio che gli ha permesso numerose partecipazioni dalla Dandini, una vittoria nel sondaggio di XL sulla Nuova Musica Italiana e soprattutto una sempre più crescente partecipazione di fan ai loro concerti.

Ed è così che “Film Muto” il primo singolo del disco, una ballad dolce e intensa, è stato anticipato con un video sul sito di Repubblica XL. Al primo ascolto del cd si percepisce un Kruger dalla voce più melodica, ma sempre vibrante e diretta, ma soprattutto si nota un’attenzione particolare agli arrangiamenti, oltre che ai testi. Nelle melodie rock-folk tipiche del gruppo si inseriscono alla meraviglia il violino di Laurence Cocchiara, il piano di Saverio “Nafta” Gallucci e di Giacomo Toni, e naturalmente l’immancabile tromba di David Junior Barbatosta, “aspirante Nobraino”, ma a tutti gli effetti componente del gruppo. Dunque una veste nuova per il gruppo, che non perde però la sua verve, la sua dimensione teatrale, i suoi testi e le sue musiche a tratti barocche, a tratti popolari.
L'uscita discografica è accompagnata dal ritorno alle scene del gruppo che inaugurerà la ripresa del tour con una doppia data romana al Circolo degli Artisti venerdì 9 e sabato 10 marzo e che continuerà in tantissime altre città italiane. Quindi un occhio al sito e due orecchie al cd. Il consiglio è di non perdere le loro perfomance dal vivo, delle esperienze uniche e sensazionali!!!

TRACKLIST:
1Tradimentunz
2 Record del Mondo
3 Cani e Porci
4 Nottambula
5 Bademeister
6 Il Mio Vicino
7 Il Mangiabandiere
8 Cesso di vivere
9 Il Minotauro
10 Film Muto
11 Bunker

I Nobraino sono:
Lorenzo Kruger (voce)

Nestor Fabbri (chitarra)
Bartòk (basso)
Vix (batteria)
Aspirante Nobraino
David Jr. Barbatosta

Per ulteriori informazioni: www.nobraino.eu
www.martelabel.com

Valeria Loprieno

Letto 2016 volte