Visualizza articoli per tag: Caterina Altamore

Lunedì, 16 Gennaio 2012 21:36

N. Neuhaus, Biancaneve deve morire

copertinaBianca come la neve, rossa come il sangue, nera come l'ebano. E' lei, Biancaneve, una tra le più conosciute protagoniste delle fiabe per bambini. Eppure Biancaneve deve morire, il romanzo di Nele Neuhaus non è una rivisitazione noir della storica fiaba dei fratelli Grimm ed è ben lontana dalla sua trama.

Pubblicato in Letteratura
Lunedì, 16 Gennaio 2012 21:10

L. Pieraccioni, Finalmente la felicità

LOCANDINAPIERACCIONIChe Leonardo Pieraccioni non fosse un maestro in tema di originalità non era un segreto, ma riuscire ad indovinare ogni singola battuta prima che gli attori la pronuncino è davvero noioso. Trama banale per un finale scontato all’insegna della vittoria di quei “normali” ai quali, come dice lo stesso Pieraccioni nel film, appartiene il mondo.

Pubblicato in Arti performative
Lunedì, 19 Dicembre 2011 11:58

Emozioni e divertimento a ritmo di jazz

MODICA- Il concerto è sold out già poche ore dopo l'apertura del botteghino. Niente prevendite per la prima serata della stagione concertistica, ma file mattutine di temerari che pur di essere presenti si mettono in coda già dalle7.
Ovviamente non sono fra questi ma ho un’arma segreta: stravagante, eccentrica, determinata arma dai grandi occhi scuri. La mia amica Denise. Ferma nella sua insistenza e nella sua stucchevole supplica ottiene i biglietti al botteghino a pochi minuti dall’inizio di Piano Solo, spettacolare performance di Stefano Bollani.

Pubblicato in Report live Concerti
copertinalibro“Sono sicura che le persone che ci hanno lasciato siano nelle cose che ci hanno insegnato, nei loro pensieri da finire di pensare, nei gesti che ripetiamo ogni giorno quando prepariamo il pranzo e curiamo i fiori, nella capacità di dire di no quando serve e di restare integri anche in loro nome. Altro che nuvole, andiamo. Non siamo mica bambini. E' il momento di cominciare a raccontare daccapo la vita com'è.”

Pubblicato in Letteratura
copertinaPer noi siciliani, gente tendenzialmente permalosa e disposta a tutto pur di celare l’evidenza negativa delle cose, questo libro risulta inizialmente difficile da comprendere e digerire salvo poi, dopo qualche momento di autoanalisi, capire che il nostro essere, le nostre peculiarità sono tutte qui, pagina dopo pagina.

Pubblicato in Letteratura
Pagina 2 di 2