Lunedì, 30 Maggio 2011 15:55

A. Ronsivalle, Il pasticciere di Buenos Aires

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Angelo_RonsivalleRileggendo il suo vecchio diario di bordo, un pasticciere ripercorre la traversata che nel 1949 lo ha portato dalla Sicilia in Argentina. Nelle pagine scritte cinquant'anni prima, rivive la sua giovinezza e l'inquietudine dei sentimenti che lo animano allora, facendo un parallelo con quelli del presente, stravolti da una malattia grave.

Ritrovando il motivo che lo ha costretto a emigrare si ritrova a fare il punto della situazione presente e tra recriminazioni, domande e ricordi rivive la storia del Dopoguerra italiano. Dal giallo che vide protagonista il suo principale, coinvolto in un attentato dal movente oscuro, in un tipico spicchio di storia siciliani, agli anni che, dalla caduta del fascismo alla nascita della Repubblica, hanno visto il sorgere e il morire degli ideali separatisti.
La storia della traversata dell’Atlantico si dipana attraverso le storie e le ricette degli emigranti alla metà del secolo scorso, la rotta di un transatlantico si trasforma in un appassionante viaggio verso una nuova e forse migliore vita. Le speranze disattese e gli inaspettati risvolti della sorte fanno da condimento alla narrazione, in fondo mai niente finisce per sempre e quando credi che tutto sia perduto, può accadere comunque un miracolo. La morale è non finisce mai e che tutto è sempre in fieri.

Angelo Ronsivalle con il suo Il Pasticciere di Buenos Aires (Fermento Editore), talentuoso narratore di storie dall’innata forza emotiva propone un romanzo coinvolgente, dal parlato diretto che con estrema semplicità lascia entrare il lettore direttamente nella storia, quella personale e quella con la “S” maiuscola, proprio come se fosse ospite della nave in partenza per l’Argentina dei nostri nonni. Romanzo che unisce il diario al racconto, con ricette che fanno da corollario alle sfumature storiche, si condisce di “giallo” e sfuma in un grande epopea familiare, raccogliendo insieme personaggi ricchi di carattere e determinazione, confermando il suo autore come un abile tessitore della trama del racconto.

Angelo Ronsivalle, Il pasticciere di Buenos Aires, Fermento Editore, pag. 175, € 15

Edyth Cristofaro

Letto 2726 volte