Domenica, 20 Novembre 2011 18:48

L’isola che non c’è

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
[L'ILLETTERATA]

evakentUn giornalista ed una volontaria e portavoce della Crocerossa Italiana. Due voci al singolare che parlano al plurale della diversità, del dolore del’emigrazione e della situazione delirante di Lampedusa, isola di sbarchi dove il tempo si è fermato.



Tommaso Della Longa e Laura Bastianetto ci lasciano, sotto forma di romanzo corale un resoconto dettagliato della loro esperienza umana e lavorativa a Lampedusa, isola siciliana, famosa per gli sbarchi dall’Africa Mediterranea, piccolo lembo di terra in mezzo al mare tra Europa e Africa.
Ed è la storia del delirio dei Centri di Prima Accoglienza, dei posti che non ci sono, della diffidenza e dell’umanità, del sonno perso a cercare di raccattare gente dispersa in mare e del sonno perso su un barcone che rischia da un momento all’altro di ribaltarsi o affondare.
Un libro che è un ritratto autentico e doloroso insieme, questo Lampedusa. Cronache dall'isola che non c'è delle Cronaca-dallIsolaEdizioni Ensemble, quasi un saggio raccontato sotto forma di diario di impressioni, emozioni in una notte che è, come molto spesso accade nella realtà di Lampedusa, votata all’emergenza, alla paura di perdere qualcuno dei profughi in mare, di vedere le onde distruggere anche quella piccola fiammella di speranza che alimenta questi viaggi della fortuna.
Rumore del mare, rumore del vento, odore di tragedia e di paura: medici, infermieri, autoctoni, gente di mare, poliziotti, volontari, giornalisti, ogni voce è un flusso di coscienza, un segmento lineare e realistico della narrazione e tutte insieme danno vita ad un libro-testimonianza, che ci restituisce un ritratto vero e sofferto di un’Isola che, per lo Stato Italiano, era come se non ci fosse.
L’isola è un’ancora e una stregoneria. Vitale arrivarci, quasi impossibile andarsene. Sfugge anche a raccontarla”, mentre i numeri conteggiati sul molo diventano persone che hanno fame, sete, freddo, paura, voci di un mosaico di energia e urgenza di ricominciare, per avere una nuova possibilità, una possibilità migliore di vita.
Un racconto doloroso e dolce, dove è proprio l’amore in prima linea a tirare le fila del racconto: amore per l’isola, amore per la vita.

Laura Bastianetto - Tommaso Della Longa, Lampedusa. Cronache dall'isola che non c'è, Edizioni Ensemble, pag. 137, € 14

Eva Kent (eva Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Letto 4144 volte