Mercoledì, 08 Aprile 2009 20:20

G. Secco, Postumi di un passato

Scritto da Edyth Cristofaro
Vota questo articolo
(0 Voti)

Postumi_di_un_passatoLIBRI- L'opera prima di Gianluca Secco propone una carrellata di vite estremizzate, vissute a volte all'eccesso, a volte esplose o implose nel marasma dei sentimenti o delle paure. Postumi di un passato, edito dalla Aletti Editore, è un racconto nel racconto: Arturo Prezi, camionartista, interpreta tutti i personaggi di questo racconto lungo in una notte letteraria al Note Blu, "il suo locale preferito, ormai la sua casa, la sua famiglia. Arturo Prezi si rifugiava in quell'angolo di periferia per riposare le ossa affaticate, rilassare la mente con l'ottima musica che davano, bere della birra decente, fare quattro chiacchiere e, se gli capitava di avere la vena dritta unita ad un pizzico d'ispirazione e improvvisazione, buttare giù qualche racconto".

Una lunga carrellata di storie balorde emotivamente surreali ed ironiche ci accompagna dall'inizio alla fine per introdurci a quella che sarà la storia surreale di Prezi: "Verso le nove apparve sulla porta una donna in abito da sera, l'unica che avesse mai messo piede al Note Blu. Lunga chioma di capelli mossi, di un nero lucido. Occhi scuri, profondi. Pelle lievemente olivastra e labbra carnose. Tutta pancia tette e un culo così. Proprio come piacevano a lui. Cristina Dibue lo riconobbe all'istante", l'incontro con Cristina Dibue e con le "sorprese" che questo magico incontro gli riserverà.
Passeremo dall'alienazione di Biancaneve, alla passione luciferina di Assenzio, dalla voglia di rivalsa sul successo commerciale di Tre dita di whisky, al mobbing surreale di Sgabuzzino, passando per Hania e la morte, l'arte Immobile di Bernardo Bracchi, l'amore & motori di Guastafeste, e Obliteratrice, Asimmetria e Margherita, la pizza amante.
Personaggi assurdi che ci ricordano in qualche modo (ma molto alla lontana) il genio di Daniel Pennac o anche di Stefano Benni: una sorta di letteratura dell'assurdo, basata anche sulla cronaca nera, ma soprattutto sulle contraddizioni della vita, quelle contraddizioni che creano una vasta e variegata infinità di protagonisti veri.
Nel finale Arturo Prezi si lascia cullare da un abbraccio, a voi non rimane che lasciarvi cullare dalle parole di questo giovane autore.

Gianluca Secco, Postumi di un passato, Aletti Editore, pag 75, € 15

Letto 2683 volte