ROMA- Quasi 60 anni e non sentirli. L’eterna antagonista (ma questa diatriba è decisamente fuorviante) dell’altra star indiscussa degli anni ’80 (Maria Luisa Veronica Ciccone, in arte Madonna, si è mostrata con la sua vera faccia da tigre del palcoscenico e nella gara senza vinti e vincitori dell’11 luglio all’Auditorium Parco della Musica di Roma, rende merito ad Euterpe e vince.

ROMA- Il live degli Afterhours nell’estate romana è quasi un must. La location da alcuni anni a questa parte è sempre la stessa: Rock In Roma presso l’Ippodromo Capannelle. I fans sono di tutte le età, maturi cultori della musica nostrana e giovincelli che (per fortuna) sono ben lontani dal panorama pop e ballano romanticamente con la propria morosa e il proprio moroso le note di “Bianca”.

Martedì, 12 Luglio 2011 21:03

Niccolò Fabi: un ricordo dentro al cuore

Scritto da

ROMA- “Questo posto è stata la cornice di tante prime volte, di tante cose importanti della mia vita. Strano non averci mai suonato prima. Strano essere qui oggi, in un giorno che per me non è un giorno come tanti”.

Martedì, 28 Giugno 2011 19:18

Pietra Montecorvino

Scritto da

La location è il The Place, accogliente locale romano. L'artista è Barbara D'Alessandro in arte Pietra Montecorvino. Serata intima, partenopea ma anche internazionale. I ritmi sono quelli del sud che si mescolano con la canzone d'autore. Sul palco anche Eugenio Bennato, il compagno musicale ma anche nella vita. La Montecorvino scalda il pubblico anche nelle afose serate che annunciano l'estate romana, un'estate fatta di musica, anima e core. 

Federico Ugolini


Lunedì, 27 Giugno 2011 19:05

Flamenco: una passione mediterranea

Scritto da

ROMA- Un quasi sconosciuto poeta israeliano vissuto nella prima metà del nostro secolo disse che “l’emozione che procura una forma d’arte, che essa sia danza, musica o pittura è la perfetta dimostrazione di come il destino voglia portare felicità ed estatica beatitudine nelle vite degli uomini”. Vivere un’emozione può rendere diversi, ma raccontarla può voler dire intraprendere un viaggio oscuro, pericoloso, ma al tempo stesso affascinante e descrivere a parole l’emozione procurata da 90 minuti di flamenco è ancora più arduo.

ROMA- Un corpo di vetro per un’anima cristallina. Michel Petrucciani era un uomo che sapeva amare e farsi amare, nonostante qualsiasi limite abbia potuto imporgli la vita. Era un uomo che inoltre amava quello che faceva: la musica quanto i viaggi, le donne quanto le sfide.

Pagina 7 di 17