Venerdì, 06 Maggio 2011 09:42

ARTIGIANATO & ECODESIGN_ Ecodesign tra arte e riciclo

Scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)

Edoardo.Ferrini-Artigianato02La sezione Artigianato dell’undicesima edizione del MArteLive, partito martedì 3 maggio all’Alpheus, ha visto protagonisti tre stili distinti e tre modi differenti di concepire l’arte creativa “fatta a mano”.


Paola Di Stefano ha proposto una pittura acrilica su tavola: man mano con pochi colori, distinti e scanditi in forme perfette e squadrate, ha dato vita a un’immagine raffigurante un volto giapponese. Ha scoperto con il tempo il potere espressivo della forma lineare. Ha fatto dell’essenzialità il punto fermo della sua ricerca artistica scoprendo, solo attraverso esperimenti su vari soggetti, un soggetto, quello di ispirazione nipponica, che  può essere lavorato a 360° su vari oggetti e nelle forme più svariate. I colori seguono l’istinto della creazione eclettica di Paola e producono volti candidi di geishe colorate, dolci e stilose, su quadri da appendere, ma non solo.Edoardo.Ferrini-Artigianato30


MAGU ORIGAMI è un nome dalla doppia identità creativa: MA sta per Martina Mattia, GU sta per Guendalina Fazioli. Due nomi, due donne e un credo unico: gli origami. Da un anno e mezzo lavorano entrambe con la carta producendo soprattutto gioielli. Martina e Guendalina hanno dalla loro parte fantasia e voglia di realizzare, con pazienza, gioielli per tutti i gusti. Alla serata del 3 maggio Martina ha preparato con carta origami degli orecchini a forma di tulipano. Guendalina, con carta di giornali e fumetti invece ha realizzato una sfiziosa collana. Due giovani donne che tra carta, colla, perline e smalti ripropongono un’arte antica e da veri… temerari!

Edoardo.Ferrini-Artigianato22Raul Ruiz Rodriguez ha stupito il pubblico con effetti non speciali bensì “computerizzati”. Ha realizzato una lampada con legno verniciato e schede madre tagliate su misura. Il suo è un artigianato rivolto completamente al riciclo. La materia creativa con cui realizza le opere è quasi introvabile e per nulla smaltibile: stiamo parlando di schede grafiche dei PC, schede madri, tastiere, web cam e qualsiasi altro componente del comparto informatico. Raul con lavoro manuale ed estro artistico lo riabilita a un nuovo uso, ne ricava gioielli, lampade, spille e tanti oggetti. Confessando che solo in Cina attualmente sono in grado di smembrare questi oggetti per renderli smaltibili, Raul, qui da noi, non li smembra, ma li assembla in una nuova vita e in nuove forme, in oggetti di arte moderna.

Elsa Piccione

Letto 2856 volte Ultima modifica il Venerdì, 06 Maggio 2011 14:01